Notte di San Lorenzo, due appuntamenti a piedi scalzi e occhi rivolti al cielo

Notti stellari al Parco Cinque Sensi a piedi scalzi, che vuole dare il benvenuto insieme a voi alle ...

LaboraGiocando, al Parco dei Cimini il I educational dedicato alle scuole

"LaboraGiocando" è il nome del I educational dedicato ai dirigenti scolastici e ai docenti delle scu...

Torna a Ronciglione – Be Social – la festa del sociale.

A Ronciglione torna  la festa del sociale, il 25 e 26 giugno – Be Social –

1° Workshop per Animatori nei parchi divertimento naturali al Parco Cinque Sensi a piedi scalzi

Un corso innovativo e unico che da il via alla stagione estiva del Parco dei Cimini, il più grande p...

Apre il Parco Cinque Sensi a piedi scalzi

Sensazioni primitive e momenti di intenso dialogo con la natura, concedetevi il lusso della felicità...

Giovedì, 26 Marzo 2015

Il Palio dei somari di Amatrice 2015

Scritto da
Palio di Amatrice Palio di Amatrice

Somari e fantini ai nastri di partenza per la XIII edizione del Palio dei Somari di Amatrice, in provincia di Rieti. 

Diventato nel corso delle varie edizioni una vera e propria gara tradizionale in sella agli asini, anche quest'anno concorreranno i Comuni limitrofi e storicamente amici della località reatina, avvolta di tanto fascino storico e naturale. Amatrice è fatta di vicoli antichi, di piccole piazze che si aprono a sorpresa davanti agli occhi ed è sorvegliata alla sua sommità dall'alta torre civica del XII secolo.

manifesto palio somari Amatrice 2015Il Palio dei somari, che per questa edizione 2015 avrà l'onore di ospitare La Fanfara a cavallo della Polizia di Stato, verrà inaugurato solennemente sabato 28 marzo dal corteo storico composto da oltre cinquecento figuranti, che dal corso Umberto I di Amatrice si dirigerà verso il "somarodromo", il campo dedicato alla corsa degli asini. Ogni somaro in gara prende il nome del sindaco del proprio comune di appartenenza e le varie gare porteranno alla nomina dell'Asino-Sindaco.

Proprio al Somarodromo si terrà il solenne giuramento che sempre precede la corsa e che recita così: "Popolo della Via del Sale, l'onore è in ballo ... acclamate con la vostra voce i Vostri eroi, sciogliete le briglie ai Somari e che sia dato inizio al Palio!".Il palio e il contesto rimanda un po' agli antichi racconti medievali dove gli animali la fanno da padrona e la follia fa capolino in ogni momento. Una delle regole cardine del palio, infatti, sancisce che a comandare è soltanto l'asino, per l'occasione adornato di una cravatta con il nome del proprio sindaco. Al fantino spetta soltanto il compito di pregare il proprio somaro di correre più veloce dei propri colleghi, mentre sono severamente banditi calci e frustate.

Due giorni da re dunque per il somaro di Amatrice, che nel quotidiano delle zone montane di cui Amatrice fa parte, ossia parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, è sempre stato un prezioso e instancabile lavoratore. Il palio in gioco non è da poco, ossia la reputazione dei comuni partecipanti, il cui spauracchio più grande è il campanaccio della vergogna che suona funesto per l'ultimo arrivato, che dovrà attendere dodici lunghi mesi prima di potersi riscattare dell'onta.

Ma un altro grande protagonista accompagnerà questi due giorni di festa: il prosciutto di Amatrice Igp. Il palio dei Somari difatti, sarà anche fatto di tante prelibatezze, dal polentone con sugo di pesce di Castel di Tora, alla bruschetta con olio extravergine di oliva di Casaprota, presenti negli stand allestiti nel centro storico.

E per tutti coloro dall'anima verde che si recheranno al palio ricordiamo di non perdersi la vista del grandioso monte Gorzano, che con i suoi 2.458 metri è il più alto del Lazio, e del lago di Scandarello, un grande bacino artificiale creato nel 1924.

Informazioni e contatti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

trasporti nel Lazio

una parola al giorno

  • Intelletto
    in-tel-lèt-to Significato: Facoltà di intendere concetti ed elaborare giudizi Etimo: dal latino [intellectus], propriamente participio passato del verbo [intelligere] 'comprendere, intendere'. L'intelletto è la facoltà alla base del...

Shop online

La newsletter di WeekendLazio